News

19/06/2018 08.04.21

Edizioni Leucotea c'è.

Crema tornerà ad avere un festival di narrativa, si chiama Inchiostro e per tre giornate, dal 22 al 24 giugno, offrirà a tutti gli appassionati di libri e di lettura la possibilità di incontrare scrittori nazionali e case editrici indipendenti, nel corso di una non stop che avrà il suo quartier generale nei chiostri del Museo – Centro Culturale Sant’Agostino.

19/06/2018 08.01.34

Un omicidio a Milano: arriva in libreria “Giallo Carbone” il nuovo libro di Paolo Saino, primo di una trilogia.


Ambientato nel 1833 è il primo romanzo storico d’indagine ambientato a Milano.

La Milano ottocentesca, che con minuto realismo rivive nelle pagine del mistery di Paolo Saino, si tinge di giallo. Ulisse Zecchini, commissario di polizia si trova tra le mani un omicidio ingarbugliato. Che sia un delitto passionale? Un crimine legato alla carboneria? Tra le vie di una Milano in subbuglio dove tradimenti, passioni, truffe e segreti spadroneggiano sarà risolutivo l'aiuto del commerciante Giuseppe Guenzati. Un giallo storico, che restituisce con precisione l'atmosfera del periodo, dove i personaggi principali - realmente esistiti - si riaffacciano dalle nebbie della storia e ci raccontano di un passato comune, con la storia del Risorgimento sempre tra i protagonisti.

Paolo Saino, milanese per adozione, nato a Novara, ha sviluppato negli anni la passione per la storia (con una particolare inclinazione verso quella risorgimentale) e la lettura. Tra le sue opere ricordiamo “Gli ultimi patrioti”.

18/06/2018 11.17.47

Edizioni Leucotea in collaborazione con Mora Editrice annuncia l’uscita della nuova raccolta di poesie di Antonella Calvani “Tra stelle e sassi”


Ogni poesia è "un'istantanea" che cattura ogni esperienza emotiva.

Tra stelle e sassi è una silloge di sinfonici versi che racchiudono una grande intensità.
L'opera descrive l'animo umano di fronte alle stagioni della vita e offre un armonico intreccio di dolore e gioia, lacrime e sorrisi creando un mosaico di emozioni che sarà diverso per ogni lettore.
Ogni poesia è "un'istantanea" che cattura, in modo originale, quell'intimo tratto di percezione che rende unica ogni esperienza emotiva.

Antonella Calvani nasce in Toscana, ma già dalla prima infanzia si trasferisce a Roma dove intraprende studi umanistici. Il 1984 segna una svolta fondamentale nella sua vita, si trasferisce a Tarquinia, cittadina che ha inciso sulla sua creatività. Ad oggi annovera la pubblicazione di tre libri di poesie: “Guizzi Di Luce”, “Lacrime di cielo” e “Sogno d’Infinito”; nel 2016 ha pubblicato “Rosso Gardenia”, il suo primo romanzo. Molti sono i suoi componimenti che hanno ottenuto premi e riconoscimenti in concorsi letterari. La sua scrittura fluida sa cogliere ogni particolare e descriverlo con minuziosità ed immediatezza.

06/06/2018 08.02.27

Edizioni Leucotea annuncia l’uscita del nuovo libro di Brunella Giovannini “L’arcano degli Angeli”.


...ciò che è destinato ad essere unito, rimarrà unito per sempre...

Alberta Ferretti è una stimata psicologa emiliana che collabora con le scuole e il Tribunale dei Minori. Negli ultimi mesi la sua serenità minata dall'insorgere di una grave malattia che colpisce Gloria, la giovane figlia adottiva. Alberta è convinta che ogni oggetto racconti una storia su chi l'ha creato e chi l'ha posseduto e quando destinato in un luogo, se spostato, farà di tutto per ritornarci; ne ha la conferma quando un giorno trova casualmente un antico candelabro abbandonato tra i rifiuti. Appurato che si tratta di un esemplare appartenente alla chiesa Santa Maria Assunta di Positano, organizza insieme alla sua famiglia una breve vacanza nella famosa località, con l'intento di portare l'oggetto nella sua sede originaria. Sarà un viaggio di conoscenza e di scoperta e grazie all'incontro con Rosy, una positanese che gestisce un negozio di souvenir, emergeranno inaspettate verità. Nel momento in cui la malattia di Gloria sembra averla vinta sulle cure e si affievoliscono le speranze, sembra aprirsi uno spiraglio di luce quando si scopre l'esistenza di una sorella gemella. Quando dalla lettura di vecchi documenti si viene a conoscenza che l'oggetto antico reperito tra i rifiuti, fa parte una coppia di candelabri creati nel 1700 da un artista di origini emiliane e trasferitosi a Positano, come in un complicato puzzle, tessera dopo tessera, si riveleranno molti particolari in comune tra persone che si sono incontrate casualmente. Ma gli antichi doppieri riservano un'altra sorpresa. In una storia sviluppata attorno a un fatto realmente accaduto, dove si racconta la vita, la gioia, il dolore e l'amore, si percepisce la sensazione che ogni cosa che accade è il risultato dell'intercessione di Qualcuno, molto più grande di noi ed è la conferma che ciò che è destinato ad essere unito, rimarrà unito per sempre.

Brunella Giovannini vive da sempre a Reggiolo. Ama scrivere da sempre, ma solo negli ultimi anni si è dedicata a questa sua passione. Ha iniziato con testi poetici che hanno ottenuto riconoscimenti in importanti Premi Letterari. Nel 2015 pubblica con Edizioni Leucotea il suo primo romanzo “Un volo di farfalle” e si aggiudica il terzo premio per la narrativa edita nella 40° edizione del “Premio Città di Fucecchio”. Nel 2016, Edizioni Leucotea pubblica il suo secondo romanzo dal titolo “Tra i segreti di Villa Aurelia” che ottiene il terzo premio per la narrativa edita nell’ottava edizione del Concorso Letterario promosso dall’Associazione “Club della Poesia” di Cosenza.

31/05/2018 08.04.54

Le fusa sotto l’ombrellone: arrivano le indagini di Filippmarlowe.

È ambientato a La Spezia il primo giallo di Luana Ravecca
«Mi chiamo Filippmarlowe. Per gli amici solo Marlowe. 
Fisico muscoloso ed elastico. Andatura elegante. Abitualmente uso il guanto di velluto ma, all’occorrenza, so sfoderare gli artigli. I miei occhi verdi fanno impazzire le femmine che, quando mi sono vicine, non la smettono più di strusciarsi e fare le fusa. Ho condotto un’esistenza randagia che mi ha portato a evitare i legami duraturi. Ho girato in lungo e in largo i bassifondi bazzicando gente della peggior specie (alcuni dei veri e propri bastardi …). Poi ho incontrato Tony. »
Inizia così la storia di Filippmarlowe, assistente detective poco convenzionale e del suo capo Tony, poliziotto privato in crisi professionale ed esistenziale. Gli affari di Tony vanno male al punto che è costretto ad accettare lavoretti come vigilante. Una di queste uscite professionali lo porta a svolgere un servizio in occasione del Palio cittadino. Tutto sembra filare liscio finché uno sparo non cambia il corso degli eventi e Tony si ritrova coinvolto in un caso di omicidio. Le indagini porteranno alla scoperta di una scomoda e inaspettata verità che lo metterà davanti a un’ardua scelta. Teatro dell’intera vicenda è la città di La Spezia durante l’estate più piovosa e calda del secolo.

Luana Ravecca spezzina di nascita e milanese di adozione è una scrittrice, fumettista ed enigmista, particolarmente attiva nel settore dei giovanissimi. Svolge inoltre l’attività di educatore culturale e di collaboratore editoriale lavorando per varie agenzie. Alle mansioni strettamente editoriali affianca quella di curatrice di mostre multisensoriali. Omicidio nel Golfo è il suo primo romanzo, uno scanzonato e affettuoso omaggio a Raymond Chandler e Natsume Sōseki. Vive a Milano nello storico quartiere di Porta Romana con il marito Achille e la loro siamesina Gelba.

24/05/2018 07.49.37

Edizioni Leucotea in collaborazione con Project Edizioni annuncia l’uscita del libro di Elisa Rolfo “La felicità perfetta”.


Alice ha un segreto che può aprirle la strada per la felicità perfetta.

Alice ha trent’anni e un disturbo di personalità che la porta a detestare la gente. 
È la classica disadattata, di quelli che stanno al confine tra la stranezza e la follia. 
Vive a Torino, città dai mille volti, che ama e odia a seconda dei casi. Rimasta orfana da piccola, vive con l’unico parente rimasto, lo zio, avvocato di successo. Quando questo si ammala di Alzheimer, viene accolta da una comunità, non essendo in grado di badare a se stessa. E scopre che non è poi così male, anzi, quel mondo di matti è preferibile a ciò che si trova fuori. 
Alice non crede nella felicità, pensa che sia appannaggio di un ristretto gruppo di privilegiati. Degli altri, chi può godere della noia è già fortunato. Ha la passione per il disegno, se passione si può chiamare, più che altro è un bel modo di far passare il tempo. È piuttosto abile con gli schizzi, questo farà sì che le si presenti un’occasione che potrebbe cambiarle la vita. Alice è scettica, sa che per la gente come lei la vita non cambia, mai. Tuttavia decide di provarci. 
Gli aventi a seguire riveleranno che forse coloro che crediamo inferiori sono più intelligenti degli altri: Alice non troverà la felicità perfetta, ma la maniera di poter finalmente vivere come le pare, fregandosene di tutto il resto.

Elisa Rolfo nasce a Torino nel 1980. Laureata al Dams in Scienze della Formazione, Storia del teatro. 
Partecipa, in qualità di attrice e aiuto regista, a diverse produzioni di compagnie di Torino e cintura; lavora come insegnante di dizione e interpretazione, oltre che in qualità di modella e presentatrice. Collabora all’organizzazione di eventi con varie associazioni culturali e artistiche. 
Nel 2011 pubblica il racconto "Lucifero". Nel 2014 con il racconto "L’incendio" si classifica al primo posto al premio letterario “Mondo Fluttuante”. 
Il suo primo romanzo, “Displaced” (2016).

22/05/2018 09.07.55

Project Leucotea annuncia l’uscita del nuovo libro di Giuliana Gambuzza “ La mamma è la mia tata preferita”.

Caro diario....

Camilla ha sette anni ed è nata a Milano da due genitori che lavorano tanto e guadagnano ancora di più. Spinta dalla madre, comincia a scrivere un diario: le prime pagine coincidono con l’arrivo di Maria, una giovane giornalista del Sud che si improvvisa babysitter di Camilla e del fratello Ale. Maria è molto diversa dagli altri adulti che popolano il mondo della bambina: è timida e impacciata, ma gentile e presente. Soprattutto, è attenta ai sentimenti. Sentimenti che Camilla impara pian piano a riconoscere, dentro e fuori di sé. 
Dal diario emerge il ritratto di una famiglia unita solo nelle foto esposte in casa. I fratelli trascorrono il loro tempo con tate di passaggio e con la colf convivente Barbara, che considera la cura dei bambini una fastidiosa appendice a quella della casa. Camilla, soprattutto, è stretta nel rapporto con una madre anaffettiva e cinica, un padre menefreghista e irascibile, un fratello che è già più simile ai genitori che alla sorella e compagni di scuola bulli. 
Con la sua voce irriverente e involontariamente buffa, “La mamma è la mia tata preferita” mette in scena le peripezie di una bambina, filtrate attraverso il suo sguardo impertinente, cogliendo la fatica dei rapporti familiari in una società tutta votata all’efficienza.

Giuliana Gambuzza, è nata a Ragusa nel 1988. Laureata in Filosofia, è stata allieva del master in Giornalismo ‘W. Tobagi’ dell’Università degli Studi di Milano. Ha collaborato con varie testate, tra cui “Ansa” e “Sky TG24”, e si è occupata di rassegna stampa all’agenzia L’Eco della Stampa. Oggi vive e lavora, nel campo della comunicazione sanitaria, tra la Lombardia e il Piemonte. 
Ha esordito con il romanzo “Una madre per sempre” Torino 2017.

08/05/2018 10.48.40

Le stelle dei Bassani Cavanna, una saga familiare che copre un secolo di storia.

Oggi in libreria il romanzo di Cesare Bassani.

Da Borgotaro a Pontremoli, tra l'Emilia e l'alta Toscana, "Le stelle dei Bassani Cavanna" ripercorre quasi un secolo di storia patria - dall'Unità alla seconda Guerra Mondiale - con tutte le speranze, le aspirazioni e le delusioni di quegli anni. 
Emergono figure vivide dotate di umanità e coraggio: dal patriarca Cesare, ambizioso tipografo, la figlia Dirce, che con i suoi sogni visionari conosce il destino della famiglia, i nipoti partigiani... 
Una narrazione che si fa corale per un libro da leggere tutto d'un fiato.

Cesare Bassani, carrarese, classe ‘62. Dopo avere ottenuto la maturità scientifica e aver servito in Aeronautica entra nella tipografia di famiglia.
Sposato e padre di tre figlie, da sempre amante delle lettere, pallavolista, pescatore e cantore, ha recentemente scoperto la passione politica.

03/05/2018 07.54.40

Edizioni Leucotea annuncia l’uscita del romanzo gotico/noir di Alessandro Del Gaudio “Tenebra Lux”.

 se lei si chiamasse Alice e sembrasse uscita da una fiaba? 
E se, andando a fare due passi, ti ritrovassi d’improvviso a vagare in una città immersa nel buio, popolata da incredibili creature?

Leonardo fa il fumettista, creare mondi è quello che fa tutti i giorni. 
L’incontro con Alice, però, cambierà la sua vita... Un intricato miscuglio tra realtà e fiaba lo porterà in un mondo sconosciuto, dove vige la legge del più forte e dal quale non potrà tornare se prima non ne scopre il segreto. 
Un viaggio nella mente di un uomo che lotta per ritornare alla sua vita, per riconquistare il suo nome e rimettere insieme i suoi ricordi.

Alessandro Del Gaudio è nato a Torino nel 1974. 
Collabora con il circolo letterario Letture Corsare di Borgaro Torinese, di cui è giurato nel premio nazionale Racconti Corsari. 
È inoltre bibliotecario presso la Biblioteca Delussu di Torino, nata per iniziativa dell’Associazione SanTourin, che cura progetti di cittadinanza attiva ed educativa di strada nel quartiere Borgo Vittoria. 
Ha pubblicato i romanzi: Il candore dei ciliegi (2001), Lungomare (2002), Le note di Nancy (2009), Aziza (2011), Metallo d’Ombra (2012), Lacrima d’Ombra (2014), Italoamericana (2016), Il tuo nome (2016) e Aurora d’Inverno (2018). 
Del Gaudio è autore di un’antologia di racconti - Luna all’alba (2004) - e di due saggi: Identità segreta (2008) e Kyoko mon amour. Vent’anni di manga giovanili (2009). Ha inoltre curato due antologie di racconti fantastici: nel 2002 Aigam Magia e nel 2013 Tonirica.

26/04/2018 09.43.01

Edizioni Leucotea annuncia l’uscita con la collana Grow-up del libro di Virna Sighinolfi “Brindisi a miglior vita”.


Un brindisi avvelenato...

Ogni giorno è sempre la stessa storia. Per questo, Bartolomeo è fuori di sé e, con le cesoie ancora in mano, si incammina nella direzione dell’auto parcheggiata, per cantarne quattro ai suoi occupanti. Ca-pisce al primo sguardo, però, che questa volta è diverso. Il corpo esanime trovato all’interno della Mercedes nera, appartiene a Giorgio Zanirato, stimato farmacista di Rovigo e attivista di Greenpeace. L’autopsia rivela che la sua morte è dovuta ad un avvelenamento per arsenico! Dunque, Giorgio si è tolto la vita! O forse no... 
Chi lo conosceva bene ha il sospetto che dietro possa esserci la mano della criminalità organizzata legata allo smaltimento rifiuti speciali della zona. Inizia la ricerca della verità, ma è un caso in cui niente è come sembra, e dove veleno e gelosie saranno i veri protagonisti.

Virna Sighinolfi è un’autrice che propone nei suoi romanzi uno stile e una struttura narrativa realistica. Riflette sui difetti della società contemporanea e sul funzionamento dell’amministrazione pubblica. Descrive una società manovrata dalle rigide leggi del profitto. 
Oltre a “Brindisi a miglior vita” (Leucotea, 2018) ha scritto “Al Cavallino Rosso” (2017).