News

13/04/2017 08.59.59

Manuelita Lupo premiata per LE AVVENTURE DI BILLY E ORSINO - BdS JR-Leucotea

CITTÀ DI PONTREMOLI
Concorso di Letteratura a carattere internazionale
Sesta Edizione 2017

Il Centro Culturale Il Porticciolo e la Giuria del Concorso di Letteratura “Città di Pontremoli” sono lieti di comunicare che è stato deciso all’unanimità di assegnare il

Premio Speciale NARRATIVA PER RAGAZZI 
NARRATIVA Edita

per il libro “Le avventure di Billy e Orsino” a

MANUELITA LUPO

Il premio consiste in una targa artistica personalizzata.
La cerimonia di Premiazione si terrà in Pontremoli (MS), nella prestigiosa cornice del settecentesco Teatro della Rosa, domenica 7 maggio c.a., alle ore 15,30, alla presenza di autorità, di esponenti della Cultura, degli Ospiti d’Onore e della Giuria. 
I premi non verranno spediti. La invitiamo pertanto a ritirare personalmente il premio conseguito, di fronte al vasto pubblico che parteciperà alla Cerimonia. 
Sarebbe gradito cenno di conferma della presenza.
Nel congratularci vivamente per il successo conseguito, porgiamo i più cordiali saluti

Il Presidente del Centro Culturale Il Porticciolo
organizzatore del Concorso
Prof.ssa Rina Gambini

La Spezia 4 aprile 2017

11/04/2017 08.58.45

In libreria a partire da oggi "I petali dell'anima", la nuova raccolta di poesie di Lucia Santucci.

La silloge della scrittrice latinese è incentrata sul rapporto tra l'uomo e il trascendente.

L'autrice ci trasmette dei componimenti che guardano al divino, come salmi laici che inneggiano all’ Amor che move il sole, in cui l’autrice mostra gratitudine e orgoglio. 
Un dialogo intimo che coinvolge il creato dove l’animo umano si abbandona nelle grandi e calde braccia dell’Infinito, nelle quali sembra trovare rifugio.

"Ti accolgo in me 
consapevole di essere in Te.
Sei Tu che mi generi, 
sei Tu che mi cerchi
e sei sempre Tu che mi trovi.

E io, 
dalle tue mani, 
non posso che bere
ciò che mi hai già 
donato da sempre."

Lucia Santucci. Nata a Latina, tra il lago di Fogliano e il mare, si è trasferita poi con la sua famiglia a Sabaudia, di fronte al Parco Nazionale del Circeo, dove è vissuta fino al matrimonio. Milano è la città in cui sono nati i suoi due figli e dove ha cominciato a scrivere brevi racconti e poesie. Tornata nella terra natia, si è dedicata all’insegnamento e la sua produzione letteraria è sfociata nella narrativa per ragazzi con due racconti lunghi. 
‘Il mondo Parallelo di Elisabetta’ e ‘Il potere dell’amore’. 
 Nel 2013 ha pubblicato ‘Il mosaico della vita’, romanzo ambientato nell’Agro Pontino.

Ama dipingere, decorare la porcellana e la ceramica. La natura è la sua compagna fedele con cui dialoga durante le sue lunghe passeggiate. Scrivere, raccontare e trasmettere i valori fondamentali, fanno parte delle sue necessità esistenziali.

06/04/2017 13.20.11

Proclamato il vincitore del concorso

 IN VIAGGIO CON LEUCOTEA

06/04/2017 09.16.41

In libreria per EBK – Leucotea il nuovo saggio di Pietro Ratto sulla filosofia.


BoscoCeduo. La rivoluzione comincia dal principio.
 
Il volume trae il proprio nome dal blog di filosofia del professor Ratto: boscoceduo.it e immerge il lettore nella contemporaneità delle istanze filosofiche. Difatti se la Filosofia è la domanda, e tale domanda - socraticamente - appartiene alla nostra stessa essenza, come può non domandarsi che mondo sia mai quello che si domanda del diritto di domandare? L’inizio del domandare coincide con l’inizio stesso dell’umanità, e nonostante ciò, in questa nerissima notte, eccoci qui a difendere, o anche solo a considerare, il diritto di domandare, come se si trattasse di un che di importante, per carità, ma di non essenziale; di un che di fondamentale ma pur sempre non fondante, come del diritto - che so - all’istruzione pubblica, o, di più, del diritto alla casa, al lavoro.
E non è proprio una società che non avverte più il bisogno della Filosofia, quella in cui viviamo insomma, la società che di questa Filosofia tradisce un bisogno assoluto?
 
Pietro Ratto è filosofo, giornalista, scrittore e musicista. Insegna Filosofia, Storia e Psicologia. Ha vinto diversi premi letterari di Narrativa e Giornalismo. Oltre a questo libro, ha pubblicato Le pagine strappate (2014), I Rothschild e gli Altri (2015), Il Gioco dell’Oca (2015).
Nel 2014, con Leucotea, è uscito il suo La passeggiata al tramonto. Vita e scritti di Immanuel Kant.
Da parecchi anni amministra il sito BoscoCeduo.it (www.boscoceduo.it) - che raccoglie molte delle sue riflessioni filosofiche - nonché l’archivio di ricerca contro-storica incontrostoria.it

04/04/2017 13.54.17

Project - Grow Up presenta la raccolta di racconti del poliedrico Davide Predieri “Pesce rosso e altri racconti”.

Racconti dal sapore agrodolce di vite sospese tra la realtà e la fantasia.

L’autore attraverso situazioni e personaggi diversi ricerca la bellezza dell’esistenza nella sua imperfezione, nei momenti di sconforto e nelle situazioni più difficili.
Personaggi che non incarnano l’immagine dell’eroe, ma semplicemente persone che hanno in loro bene e male in continua lotta tra loro.
Perché è nelle pieghe dell’esistenza che si cela il bello, quello che vale la pena raccontare; quello che per cui vale la pena vivere.

Davide Predieri da circa dieci anni lavora come educatore all'interno dei servizi educativi di Reggio Emilia e della provincia.
Ha anche una piccola fattoria famigliare nella quale da alcuni anni insieme ad una cooperativa sociale, gestisce un centro estivo agri-educativo per bambini.

Tra le molte passioni che coltiva oltre alla scrittura vi è anche la fotografia e il cinema. Ha organizzato e partecipato ad alcuni progetti fotografici e video sia per lavoro che per passione personale.
Ha pubblicato online e su riviste alcuni brevi racconti e su cartaceo qualche opera all'interno di una raccolta di racconti ispirati dalla poesia di Fabrizio De André.

28/03/2017 12.24.31

Per Project – Grow Up in uscita oggi “Tatuaggi color pelle” la fatica letteraria del giornalista Simone Giraudi.


Una vita interiore personale del quale non si conosce nulla, se non nei riflessi di ciò che si vuol far trasparire.

Francesco ed Ambra sono la coppia di perfetti innamorati, tra loro non ci sono segreti.

O almeno questo è quello che crede Francesco.

Durante un soggiorno all’estero di Ambra, infatti, scopre una strana polvere nera nel bagno. Il primo sospetto dell’uomo è che si tratti di un qualche nuovo tipo di droga sintetica. La realtà è anche peggiore; la polvere altro non è che la rappresentazione del dolore della donna che ama e del quale non sapeva nulla.

Parte così la ricerca della fonte di quel dolore, e con essa mille domande e mille dubbi sul perché gli fosse celato, che il loro amore non fosse in realtà così totale?

Un’analisi dei rapporti umani, tra i chiaroscuri dell’anima. Perché tutti hanno dei segreti, una vita della quale non si vuole dire nulla alla quale si guarda per restare se stessi.

Simone Giraudi, classe 1991, lavora come giornalista in provincia di Cuneo.

Si dedica alla narrativa breve dal 2013, anno in cui apre il blog Conati di Anima e si occupa dei testi di un libro illustrato sul paese di Peveragno. Ha pubblicato in totale autoproduzione la raccolta di racconti horror Seiocchi e il racconto fantascientifico Nulla si distrugge, e partecipato alla realizzazione dei prodotti creativi del cuneese Collettivo Eclisse. Nel 2016 due suoi racconti hanno trovato posto, rispettivamente, nell'antologia benefica a favore dei terremotati Io Scrivo Per Voi e in quella derivata dal 3° concorso letterario del magazine Cultora.

28/03/2017 12.17.55

La storia della scrittura, a cura di Matteo Moraglia.

La storia della scrittura è estremamente recente se paragonata con la storia dell’umanità. A quando risale la prima parola? Impossibile dirlo. Sicurante il primo concetto ad essere rappresentato furono i numeri, probabilmente tramite l’incisione di tacche su legni e ossa, principalmente in funzione di calcolo per provviste e per appuntare il passaggio del tempo e l’avvicendarsi delle stagioni. La raffigurazione della parola fu meno intuitiva perché l’uomo neolitico passò gradatamente dalla pittura rupestre ad una proto-scrittura.
Le parole più antiche che conosciamo sono quelle rinvenute nel 2003 presso Jihau (Cina), incise su gusci di tartaruga e datate attorno al 7000 a.C. Non è ancora stato possibile tradurre i proto ideogrammi, ma data la somiglianza di questi con gli ossi oracolari risalenti alla dinastia Shang (1600 a.C.) non si esclude di riuscire ad interpretarli.

https://www.facebook.com/leucotea.leucotea/videos/636576393214596/

21/03/2017 14.04.53

In libreria “Quella mattina” il romanzo d’esordio di Laura Codegoni.


Pubblicato per i tipi Leucotea la narrazione ci riporta al Veneto rurale del dopoguerra.
 
Sono tanti i personaggi che si affacciano in questo libro e partecipano alla narrazione corale di vite che si intrecciano.
Una ragazzina che si affaccia alla vita, una nonna resa impossibilitata a muoversi da un ictus ma che non perde la propria lucidità, un maresciallo dei carabinieri originario del sud Italia con talenti profetici, un’ex prostituta che cambia vita con l’aiuto di un uomo maturo e benestante, un omicidio o forse no: tutte vicende che si concatenano con la saggia presenza di personaggi disincantati e assennati nella loro semplicità.
 
Come spesso accade sono maggiormente le cose non dette che quelle raccontate a far sì che il destino prenda pieghe inaspettate.
 
Laura Codegoni è nata a Milano nel 1966 dove esercita la professione di odontoiatra, è madre di due figli, è membro fondatore e presidente di un’Accademia che si occupa di laser in odontoiatria.
Si diletta a scrivere attingendo da vicende personali o raccontatele dai numerosi pazienti che si sono susseguiti negli anni della sua carriera professionale.

 

16/03/2017 13.29.13

Vuoi pubblicare con noi? Invia il tuo manoscritto all'indirizzo edizionileucotea@edizionileucotea.it, corredati di sinossi e di un breve profilo biografico ed eventualmente letterario.

Ti aspettiamo.

16/03/2017 13.26.59

Roberto Pecoraro e LEGGERA COME L'ABISSO

 Milano il 18 marzo.