News

15/12/2016 13.14.44

Un volo di farfalle di Brunella Giovannini su

http://letteral-mente.blogspot.it/2016/12/segnalazione-un-volo-di-farfalle-di.html

15/12/2016 13.12.22

In uscita per Edizioni Leucotea “Radici Aeree” di Filippo Lubrano.

Una vita passata in viaggio, ma che porta a conoscere i propri limiti e le proprie debolezze nei modi solo nel momento in cui ci si ferma.

Cina, Thailandia, Bangladesh: la storia di Walt Erego, professione mystery shopper, è la storia di un viaggio, che ne contiene infiniti altri. Negoziazioni commerciali che sottendono ad altre affettive: per scoprire il prezzo di vendita dei concorrenti dei suoi clienti, Walt finirà per scoprire il valore degli affetti, e il prezzo della storia, quando questa diventa scomoda. Dalle labbra della bellissima Andrea di Shanghai fino all’umorismo turbocapitalista del bizzarro signor Gu, che usa le portacontainer al posto degli aerei perché ha paura di volare, un romanzo di formazione che chiude cerchi e si ricongiunge con le radici. Aeree, come quelle degli alberi del sud est asiatico, e di Walt Erego, professione mystery shopper.

Filippo Lubrano nasce alla Spezia il 17 del mese dei morti di un freddo 1983. Troppo basso per il basket, troppo alto per gli scacchi, s’intestardisce a giocare a entrambi sin dall’infanzia. Giornalista pubblicista dal 2006, da un punto di vista capitalistico la sua vita non offre nulla di rilevante sino alla laurea in Ingegneria gestionale, ottenuta a Pisa nel 2007. Da quel giorno, si sposta di continuo: vive a Parigi, Torino, Bangkok e viaggia in Africa, Medio ed Estremo Oriente sotto le spoglie di manager di una multinazionale, ed infine tra New York e la sua La Spezia in vesti imprenditoriali per Eattiamo, la startup che raccoglie il meglio dei piccoli produttori gastronomici italiani. Durante le sue peregrinazioni raccoglie storie e scrive occasionalmente reportage e pezzi che vengono pubblicati su Wired, Il Sole 24 Ore, Cafebabel e,  anche Famiglia Cristiana.


Nel 2010 pubblica il suo romanzo d’esordio, Le lumache non dovrebbero morire di maggio (Linee Infinite edizioni).
Regolarmente si esibisce su palchi di bar, bettole e piccole librerie in gare di Poetry Slam. Nella sua amata Spezia è tra i fondatori del Collettivo Mitilante. Gran consumatore di hummus e mozzarelle di bufala (e di qualsiasi altra cosa non necessiti di preparazione), è terrorizzato dai calamari giganti.


ANTEPRIMA NAZIONALE: giovedì 15 dicembre alle ore 18,00,  allo Spazio 32 della Spezia. Alla chitarra accompagna Manuel Picciolo, modera lo scrittore Ferrari Marco, dialoga con l'autore il critico Enrico Formica.

../it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3109

13/12/2016 13.33.23

L'ETERNA DANZA DELLA VITA di Marianna Costa, recensione di Federica Capannini.


Anime che si sfiorano, si incontrano, si amano, si allontanano e si ritrovano nel dolce fluttuare dell’eterna danza della vita. Il secondo libro di Marianna Costa è costruito attorno ad un evento tragicamente doloroso, forse il più devastante che possa riservare la vita ad un essere umano, eppure ti lascia una sensazione di gioia pura. Chiudendo l’ultima pagina si sorride con un sorriso che ti fa sentire in pace ed armonia con il mondo intero. Una sorta di catarsi che è proprio ciò che accade al protagonista Sauro; lui che vive una vita piena di amore e di felicità, nel giro di pochi istanti il destino innalza nella sua esistenza un muro che divide il “prima” dal “dopo”….Prima era dono, dopo è privazione, prima era entusiasmo del presente e incanto del futuro, dopo è dolore, assenza e vuoto. Le anime che se ne vanno portano con sé anche un pezzo della vita di chi le ha amate, è vero, ma chi ha una grande sensibilità per saper convivere con il dolore e l’accettazione di esso ha anche la sensibilità di guardare oltre, di saper intravvedere nelle persone che incontra il barlume della speranza, il germe della rinascita. E così pagina dopo pagina, si delineano i nuovi incontri di Sauro, uno fra tutti, quello con Irene, una giovane senzatetto, che sarà in grado di risvegliare in lui i sentimenti di amore e donazione di sé verso l’altro. La narrazione è fluida, scorrevole, ricca di pathos e sentimenti che difficilmente possono essere descritti così bene da chi non abbia un vissuto doloroso alle spalle. I personaggi sono realistici, ben delineati, dai protagonisti a quelli di secondo piano che contribuiscono a calare il lettore nell’atmosfera della vicenda, così come anche le descrizioni di Padova e dintorni. Apprezzatissimi i riferimenti musicali a Ligabue e le invettive sociali, perché è una storia che tocca tutti, i i meno giovani perché possano riflettere sul senso della vita vissuta e i più giovani perché non dimentichino mai i valori belli e importanti per cui vale la pena lottare.

13/12/2016 13.30.27

In uscita per Edizioni Leucotea “Marta e il Maestro” del giornalista Ottorino Gurgo.

Il racconto dell’amore per il teatro attraverso i diari di Marta Abba e del Maestro della commedia Luigi Pirandello.

L’attrice Marta Abba conosce Luigi Pirandello durante un provino. Per l’autore è come trovare la sua musa.
Ne nascerà un amore platonico e totale, che consumerà entrambi, segnando gli alti e bassi delle loro esistenze anche al di fuori del teatro.

Narrato come un diario incrociato, ripercorre fedelmente le vite dei due artisti, immaginandone i pensieri alla base delle loro azioni, i tormenti delle loro anime e i sentimenti che per anni hanno provato l’uno per l’altra.

Giornalista parlamentare, Ottorino Gurgo è stato per dieci anni notista politico de Il Giornale, al fianco di Indro Montanelli e, quindi, capo della redazione romana de Il Mattino, direttore del “Roma” di Napoli, editorialista del Giornale Radio.
È autore di numerose biografie, di romanzi e saggi storici e letterari con i quali ha vinto premi nazionali e internazionali.
Ha pubblicato con le edizioni Leucotea “La congiura, storia di un golpe fallito nell’antica Roma” e “Yeshùa, il prima e il dopo”.

../it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3108

12/12/2016 10.16.25

GIULIANA BALZANO dil 17 dicembre a Serrà Riccò (Ge)


con il suo nuovo romanzo "E LA VITA DANZO'"
https://www.facebook.com/events/1775116482737533/

12/12/2016 10.09.43

PAOLA CARAVONA il 18 dicembre a Grassobbio (Bg)


In occasione dell'evento natalizio e suggestivo nel cuore di Grassobbio, sarà presente una piccola bancarella con il nuovo romanzo 'Il cerchio bianco', con la possibilità di avere una dedica speciale e poter incontrare di persona gli affezionati lettori per uno scambio di auguri e un confronto ravvicinato... 

https://www.facebook.com/events/1825139347768146/

12/12/2016 10.07.43

UN VOLO DI FARFALLE di Brunella Giovannini, recensione su



http://www.libro.sitoin24h.it/un-volo-di-farfalle-di-brunella-giovannini/

../it/home.php?s=0,1,2&pg=5&dfa=do25&diditem=2189

09/12/2016 10.36.17

Annamaria Zito il 28 dicembre a MOTTOLA (TA)

Presentazione libro e cena di beneficenza

09/12/2016 10.34.26

Presentazione de "IL SEGNO DEL SALE" di Massimo Ansaldo VENERDÌ 16 DICEMBRE, ore 16,30, GENOVA

Ordine degli Avvocati di Genova
Centro di cultura, formazione e attività forensi, via XXll ottobre, 3, secondo piano

07/12/2016 11.12.27

Esordisce in libreria «Bianca ha un piano», di Manuela Romeo, un romanzo che cambierà il vostro modo di vedere la storia.


 I Mille “liberarono” dal giogo borbonico il meridione o piuttosto vi fu un’ invasione pianificata dello Stato Sabaudo?
A questo non risponde “Bianca ha un piano” che apre invece sul dramma delle popolazioni piemontesizzate a forza, nelle lettere di Anna Rende che Bianca ha trovato nella bottega antiquaria rilevata dalla madre.

Dal contenuto di queste Bianca scopre che Anna scrive a Matilde Masi conosciuta  durante l'assedio di Bronte ad opera delle truppe del generale Bixio, quando questa, travestita da garibaldino, la salva da stupro. Anna, moglie del brigante Giuseppe Rende è coinvolta nel conflitto tra i grandi latifondisti ed i contadini trattati come schiavi. Incuriosita allora Bianca vuole conoscere la vera storia del massacro del Sud ad opera dell'esercito piemontese e dei garibaldini, si documenta, si confronta con la nonna laureata in storia, ma soprattutto si mette in testa di trovare le lettere che Matilde Masi ha scritto in risposta ad Anna Rende…
 
L'Autrice. Genovese, classe 75, è laureata in Lettere Moderne con una tesi sul teatro plautino e l'opera buffa. Avviata allo studio della musica in tenera età, si è diplomata in Pianoforte al Conservatorio G. Puccini di La Spezia. Attualmente insegna lettere in una scuola media di Genova, dove vive assieme al figlio ed al micio e frequenta corsi di scrittura creativa per coltivare e perfezionare la  passione per le storie e la parola scritta.

../it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3098