News

27/03/2018 10.49.16

Project Leucotea annuncia l’uscita del nuovo romanzo di Simonetta Ronco “Antonia storia di una musa”.

Un valido esempio per l’inizio dell’emancipazione femminile.

Su questo affascinante personaggio della storia di Genova tra Sette e Ottocento esistono poche pagine sicure, per lo più notizie della Gazzetta, lettere o poesie di amici o ammiratori. Sfruttando i rari spunti disponibili si è provato a raccontare un po' più liberamente la storia di Antonia Costa Galera, collocandola nella Genova di quel tempo, così ricco di avvenimenti e popolato di personaggi che compaiono nelle cronache ben più spesso di lei.

La sua vita fu, un po' come molte altre vite, a tratti movimentata e felice e a tratti solitaria e insidiata dai rimpianti, anche se la sua scelta in campo matrimoniale si rivelò fortunata: un marito affettuoso e fedele, due figli che furono per lei motivo di orgoglio e di consolazione. Protagonista di alcuni degli episodi clou della parabola napoleonica, molto amata e a volte odiata, Antonia da giovane sposa inesperta, divenne una donna forte e determinata, seppe destreggiarsi con abilità nella pania delle relazioni sociali, seppe sempre mantenere un ottimo equilibrio tra vita pubblica e vita privata, agì in completa libertà di discernimento nei confronti del marito, ma mai per offenderlo o recargli danno. La sua vita, insomma, è, ancora oggi, un utile esempio per le donne moderne.

Simonetta Ronco, genovese, è docente universitaria e giornalista pubblicista. Collabora con Il Secolo XIX, www.Teatro.org, Resine, Satura. 
Nella sua produzione, oltre numerosi articoli e testi scientifici didattici, ricordiamo anche: Madama Cristina. Cristina di Borbone duchessa di Savoia, (2005), Adriana. Una straniera a Sanremo, (2006), Segreti, (2008), Giulia di Barolo, una donna fra Restaurazione e Risorgimento, (2008), Melagrane e fichi d’India, (2010), Février e l’enigma degli uccelli, (2013); Février e un caso di coscienza,(2017).

23/03/2018 10.08.46

MORA EDITRICE –EDIZIONI LEUCOTEA- ANNUNCIA L’USCITA DELLA SILLOGE DI GIUSEPPE SPIOTTA “MACCHIE DI SILENZIO”

I ricordi sono la bussola dentro ognuno di noi.

Macchie di silenzio è una silloge dai contenuti intesi, a tratti ruvidi, inscritto in un linguaggio letterario tradizionale.

L'opera offre un percorso di lettura ricco di riflessioni e di stimoli riguardanti la vicenda umana. 

L'uomo viene visto come un essere che abita il tempo consapevole di essere solo di passaggio.

È il ricordo, con il suo bagaglio di simbolismo - anche quando perde nitidezza - a fare da bussola al poeta.


Giuseppe Spiotta risiede nella verde Brianza dove scrive e dipinge. Attualmente in pensione, è stato direttore commerciale di importanti multinazionali. 

Ha cominciato a scrivere spinto, come lui stesso dice: “dal forte desiderio di fermare i pensieri, che a volte sbiadiscono all’istante, per poterli ritrovare, di tanto in tanto, e con loro rivivere la freschezza e la semplicità del ricordo”.

Ha pubblicato vari libri e ha ricevuto numerosissimi riconoscimenti in Premi Letterari – di Poesia e Narrativa – Nazionali e Internazionali. Molti lavori sono stati inseriti in antologie e pubblicati su riviste. Alcuni racconti sono stati inseriti in testi scolastici delle scuole medie.

23/03/2018 10.07.54

MORA EDITRICE –EDIZIONI LEUCOTEA- ANNUNCIA L’USCITA DELLA SILLOGE DI MARCO RATTO “IL FISCHIO”.


Un legame culturale ed emotivo che tiene ancora insieme il Paese narrato in rima.

Oltre 150 poesie in rima per confrontarsi con l’attualità sociale. Un viaggio attraverso l’Italia e le sue città per assaporarne gli aspetti migliori come quelli meno buoni (il passato e il presente, il naturale e l’artificiale in amore e sul territorio, i terremoti, la minaccia nucleare, le speculazioni e la corruzione politica), attraverso esperienze personali di cose viste, vissute, intuite, ammirate. Un legame culturale ed emotivo che tiene ancora insieme il Paese, attraverso il suo sistema di valori.

Marco ratto è nato a Genova nel 1971 ed è laureato in Lingue e Letteratura straniere moderne.
Attualmente vive a Ovada (AL), dove lavora come docente di Francese e traduttore. Da anni scrive poesie, racconti e narrativa ed è anche l’autore di canzoni e di programmi televisivi. Ha vinto importanti concorsi per parolieri e poeti.

14/03/2018 07.57.20

EBK narrativa annuncia l’uscita del libro “Enmerkar inventa la scrittura”, prima opera della scrittrice e storica dell’arte Martina Borghi.



L’arte della scrittura viene scritta...

La leggenda sumera dell’invenzione della scrittura ci presenta la figura di un sovrano potente e saggio allo stesso tempo: Enmerkar. Sebbene ricca di lacune, la mitica storia del re sumero è giunta fino a noi, capace ancora oggi di stupire il lettore contemporaneo. Colpiscono, all’interno del testo, la modernità di pensiero e la forza di volontà di un popolo che ha davvero creato le basi per lo sviluppo culturale dell’area indoeuropea. 
Data la carenza di fonti per colmare le lacune del testo originale, l’autrice ha prediletto un approccio narrativo e discorsivo del testo che contribuisce alla scorrevolezza e agilità della storia, aiutando il lettore a districarsi fra i versi di un testo di chiara derivazione orale.

Martina Borghi, classe 1986, è laureata in Storia dell’Arte ed è un’appassionata di civiltà antiche. Attualmente frequenta un dottorato di ricerca a Londra in Storia dell’Arte Contemporanea e ha alle spalle numerose esperienze di curatela e catalogazione di opere d’arte.

06/03/2018 10.58.37

Leucotea Project annuncia l’uscita del nuovo romanzo di Guido De Simone “Mare Alto”.

La propria vita bisogna viverla in prima persona.

Sandro Cardarelli è un uomo di trent’anni precario, amante dei libri ma con scarse possibilità economiche che guarda la sua vita in modo passivo. 
Vive in un piccolo appartamento ed è innamorato di Kamila. 
Tutto cambia quando la madre muore: sarà questo avvenimento che porterà Sandro a porsi importanti domande. Approfondirà il rapporto con Kamila e cederà alle tentazioni di una ragazza molto più giovane, Maria. Paralizzato dall’incapacità di agire, egli riprende la sua vita inutile, senza riuscire a recuperare il rapporto con la famiglia o a costruirne uno con Kamila o con Maria. 
Saranno le ultime parole della madre, scritte su un diario, a far capire a Sandro che è arrivato il momento di vivere da protagonista la propria vita.

Guido De Simone salentino classe 1988: ha studiato Lettere moderne a Lecce e Storia contemporanea a Firenze; attualmente insegna Lettere tra Firenze e Prato. Collabora attivamente con il PENS (Centro di Poesia e Nuove Scritture) dell’Università di Lecce e nel 2016 ha dato vita al seminario fiorentino “È ancora possibile la poesia?” Ha pubblicato la raccolta di poesie, Traversando Campo di Marte (Oedipus 2018); una seconda silloge, Come i fuochi di Settembre, è risultata finalista al Premio “Guido Gozzano” 2017. Mare Alto è il suo primo romanzo.

01/03/2018 10.17.13

Edizioni Leucotea dà alle stampe la nuova storia di Nonno Antonio “IL CANE E IL CACCIATORE” di M. Bottone e D. Naccari.


Il cane è il migliore amico dell’uomo...
Nonno Antonio, nella seconda storia, ci porta a conoscere un cane un po' particolare, diverso per istinto dai suoi simili. lui con gli animali del bosco ha un rapporto curioso e giocoso, molto distante dalle aspettative del cacciatore che lo vorrebbe addestrare.

Matteo Bottone e Debora Naccari 
Quando un professore di comunicazione visiva ed una pittrice che condividono la passione per la narrativa per l’infanzia s’incontrano nasce un universo meraviglioso, costellato di “piccole utopie”.

27/02/2018 11.00.46

Edizioni Leucotea pubblica il nuovo romanzo di Melania Soriani “In viaggio con Amir”.

Cosa siamo disposti a fare per realizzare i nostri sogni? Tutto....

Amir vive il dramma della guerra. Il conflitto gli ha portato via il padre e la sorella minore, mentre la madre, per cercare di mantenere i suoi cari ha lasciato la città di Tartus già tempo addietro, quando la situazione ancora non era così compromessa. 
Quando anche la nonna del piccolo Amir muore, il ragazzino si trova davvero solo, con l’unico sogno, che ha già da tempo, di poter raggiungere sua mamma a Vienna.
Preso coraggio si imbarcherà clandestinamente su una nave italiana, la Fortuna, diretta a Venezia, primo step del suo viaggio che, tra pericoli e peripezie, lo porterà alla ricerca di una vita normale.
Un libro per riuscire a parlare ai più piccoli di cosa sia la guerra e quali sono le sue devastanti conseguenze, di come quelle che possono essere interpretate come immagini nei telegiornali sono in realtà vite distrutte e famiglie devastate che hanno perso tutto.

Il romanzo In viaggio con Amir ha ricevuto la menzione speciale al III Festival Internazionale Rive Gauche di Firenze, anno 2016.
[…] “In questo racconto di formazione, l’autrice si rivolge a un pubblico giovanissimo contraddistinguendosi per la delicatezza narrativa usata nell’affrontare un tema difficile e fortemente contemporaneo quale quello dell’immigrazione.” (Marino Demata, - Presidente Rive Gauche Festival).

L’autrice, Melania Soriani, nasce a Roma nel 1965. Attualmente vive in Versilia e, conciliando lavoro e famiglia, da un paio di anni ha ripreso a studiare e a scrivere, passione che nasce in lei sin dall’adolescenza.
Vince per due anni di seguito il PREMIO NAZIONALE DI LETTERATURA CONTEMPORANEA LCE con: Ladri di lapidi, pubblicato sull’Antologia La finestra sui racconti (Laura Capone Editore 2016). Successivamente vengono pubblicati: Er mejio mago de Roma e La portiera pubblicati sull’antologia Le chiavi dell’anima vol.II (Laura Capone Editore 2017) , e Il Signor Punto, fiaba per bambini tratta dal libro Cinquestorie, antiche e moderne per tipi svegli (Amazon e PubMe, 2016) e pubblicata nell’antologia La casetta delle farfalle (Laura Capone Editore 2017). Sempre nel 2017 è finalista al V Premio Letterario Internazionale Città di Sarzana con la storia per bambini La sposa guerriera, nonché alla IV edizione del Premio Letterario Nazionale Bukowski 2017, con il romanzo breve di genere gotico-storico Cena di Mezzanotte (PubMe 2017).
Ha al suo attivo diverse pubblicazioni, tra cui: Oh, my God! (Amazon 2016), e con il quale è stata finalista Un regalo speciale per Babbo Natale, fiaba natalizia per bambini (PubMe 2017). Altri suoi racconti sono stati pubblicati nelle antologie Qualcosa di rosso (Alcheringa Edizioni 2016) e Personaggi in cerca di storie (Alcheringa Edizioni 2017).

20/02/2018 11.32.11

Leucotea Project annuncia l’uscita del nuovo romanzo di Nicola Crippa “ FIABE DRITTE PER UN MONDO STORTO”.


C’era una volta......... Sicuri che le fiabe sono solo per i bambini??

In un luogo lontano esistono due città: Vecchiasso (grigia, stressante e abitata da adulti) e Puerino (allegra, immersa nella natura e abitata da bambini). Alice abita a Vecchiasso ed è insoddisfatta della vita che conduce, sceglie così di recarsi dagli abitanti di Puerino per chiedere loro consiglio. 
Quelli aiuteranno lei e altri adulti leggendo loro delle fiabe, fiabe disposte secondo un ordine tematico tale da presentare per prima quelle che vertono su problemi del mondo esteriore (quali l’inquinamento o l’immigrazione) per poi andare verso problematiche appartenenti sempre di più al mondo interiore (amore e coraggio, leadership come superamento dei propri traumi, l’importanza dei sogni e del contatto con il proprio bambino interiore).

Tra una fiaba e l’altra gli adulti presenti espongono le loro perplessità e si lasciano pian piano trasformare, divenendo nuovamente capaci di partecipare al magico, tanto che alla fine dell’opera incontrano una lupa, le parlano e la accarezzano. 
Le fiabe raccolte in Fiabe Dritte Per Un Mondo Storto si prestano sia ad un pubblico di bambini che ad un pubblico adulto, e non a caso nell’opera le fiabe saranno narrate dai bambini agli adulti.

I bambini sapranno spiegare agli adulti i perché della loro crisi?
Potranno le fiabe creare un momento di riflessione, o il mondo sarà destinato a corrompersi sempre di più?
Riusciranno i più piccoli a fare tornare a sognare i più grandi?

Rumi Nicola Crippa nasce in provincia di Bergamo il 30 maggio 1991. Da sempre appassionato di meditazione, laureato in Filosofia presso l’università di Pavia, diplomato in Counseling Filosofico con una tesi sulla scrittura creativa come pratica evolutiva e diplomato nel biennale di StoryTelling Creativo e Trasformativo con l’in-segnante Eric Minetto (scuola Upaya – Torino), Rumi è fondatore del Collettivo Artistico Zorba . 
In ambito letterario Rumi ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale: Finalista Versi Sotto gli Irmici 2017, Secondo classificato premio Una Storia Breve 2017, Finalista del premio G.G.Belli 2016, Primo classificato premio Poesie Sulla Seggiola SLAM 2016, Menzione speciale premio Versi Sotto Gli Irmici 2016, Finalista premio Una Storia Breve 2016, Decimo classificato premio Una Perla Per l’Oceano 2016, Menzione speciale premio Il Narratore 2016, Finalista del premio G.G.Belli 2015, Menzione speciale Premio Marudo 2015, Terzo classificato premio Versi Sotto Gli Irmici 2015, Finalista premio LiberoLibro Macherio 2015, Finalista del premio “Edizioni LeAli” 2015.

Rumi è autore dei libri ‘Riflessi’, ‘Le Alchimie dell’Anima’, e ‘Una Fiaba Bergamasca’, editi tutti da Lubrina Editore, rispettiva-mente nel mese di nel mese di novembre 2015, novembre 2016 e dicembre 2017, oltre che della sceneggiatura del videoclip ‘Party’, della cantante torinese Vea. 
Rumi, infine, a partire dal mese di settembre 2016 tiene corsi di scrittura creativa e trasformativa presso realtà comunali, associative o private.

14/02/2018 11.29.59

LEUCOTEA PROJECT ANNUNCIA L’USCITA DEL NUOVO ROMANZO ROSA-SOCIAL “È INFINITA, LO SENTO” DI CRISTINA VERONESE.

Due generazioni, 4 donne, 4 uomini, 8 storie sensoriali.

Raul è attraente, intelligente, appagante e... già impegnato. In questo romanzo rosa-social: lui, il traditore seriale, incontra un’algida avvocato che ha amato un famoso regista che era sposato con un’attrice vanitosa che flirta con un giovane editore che s’innamora di una moderna regina che ha amato un esotico viaggiatore che si perde in una scrittrice invisibile.

La magia dell’incontro di Viola, Lilia, Rose e Bianca, ognuna con due dei quattro uomini protagonisti: Raul, Alessio, Pacifico e Nilo, innesca otto storie sensoriali che convergono nel finale, in una sola, sotto il sole della Costa Azzurra. Un romanzo unisex che racconta di due generazioni, di insoddisfazioni esistenziali, di sentimenti intensi, di sensazioni da ricordare, di scontri culturali, di solitudini individuali e di coppia, di paure moderne, di relazioni sospese, di piaceri intellettuali, di chat room, di vuoti da colmare e dell’onnipresente desiderio di libertà. Amori ai tempi dei social, l’amore 2.0, quello che vive attraverso le spunte dei messaggi, quello che in fondo è sempre amore e ancora l’unico mezzo che conosciamo per raggiungere la tanto desiderata felicità

Cristina Veronese, Capricorno 1969. Maturità scientifica, mancata laurea in conservazione dei beni culturali, diplomata in museologia e restauro ligneo. Vegetariana dal 1987. 
Collabora con il magazine monegasco MonteCarlo in, scrive recensioni, storie ed emozioni nella rubrica Racconti da Monaco, anche online. Nel 2016 pubblica sul blog di Vanity Fair tre post sulle relazioni virtuali. Nello stesso anno vince il concorso Il mio Bar Sport indetto dal quotidiano La Repubblica in occasione dei 40 anni del libro di Stefano Benni, l’autore stesso seleziona Estate 1988 il racconto ambientato nel suo paese d’origine: Millesimo. Nel giugno 2017 scrive Le mie emozioni sulla rivista femminile Confidenze n°24. Vincitrice di due puntate di Radio 1 Plot Machine, programma letterario radiofonico di Rai Radio1. Un racconto In silenzio di prossima pubblicazione nel libro Io e te opera collettiva a scopo benefico di ioleggoconjoy. 
Tante letture, cultura digitale, due blog, un sito, un profilo cinguettante molto attivo e tanta voglia di scrivere. Colleziona macchine da scrivere e romanzi di Liala.

06/02/2018 13.23.38

Da oggi in libreria "Ritorno a casa" della scrittrice sanremese Elena Esposito.

Una racconto che parla con delicatezza al lettore.

"Ritorno a casa" ci presenta Matilde, una bambina di undici anni con un dono molto speciale: riesce ad entrare in contatto con il suo spirito guida tramite la meditazione e, grazie a quest'ultimo riesce anche a mettersi in contatto con l'aldilà. 
Purtroppo la madre non crede alle storie raccontate dalla bambina che finisce per chiudersi in se stessa finchè non fa amicizia con Anna, ragazza pratica e razionale, con cui riuscirà ed essere genuina e le insegnarà la fede nella Vita e nei Miracoli.

Elena Esposito, sanremese, classe ’79 fin da bambina ama leggere e scrivere. Dall’età di 22 anni inizia ad appassionarsi alle tematiche spirituali ed esplora vari percorsi tra cui yoga, arteterapia, meditazione, tai-chi chuan, biodanza; parallelamente frequenta anche un corso di scrittura creativa. Nel 2013 diventa mamma di Matteo, evento che rappresenta una molla irresistibile per trasformare in azioni pratiche e concrete le conoscenze acquisite: da questa consapevolezza nasce il suo primo libr